UNMIG 1957-2017
60° dell’Ufficio Nazionale Minerario per gli Idrocarburi e le Georisorse
Con la Legge 11 gennaio 1957 n. 6 è stato istituito l'Ufficio Nazionale Minerario per gli Idrocarburi che quindi nel 2017 compie 60 anni. In occasione del 60° anniversario la Direzione generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche-UNMIG ha realizzato una pubblicazione speciale che ripercorre la storia delle attività minerarie dalla fine dell’800 al 2017 attraverso immagini, foto di repertorio, testimonianze e approfondimenti.


UNMIG 1957-2017
60° dell’Ufficio Nazionale Minerario per gli Idrocarburi e le Georisorse


“Oggi ricordiamo la storia delle attività minerarie ed energetiche nel nostro Paese, una storia scritta da donne e uomini che con la loro professionalità e senso dello Stato hanno contribuito e contribuiscono allo sviluppo economico e sociale dell’Italia. Adesso siamo di fronte ad uno scenario differente, delineato dalla nuova Strategia Energetica Nazionale, nel quale occorre ripensare le politiche di sviluppo in chiave di recupero ambientale e di economia circolare: anche in tale contesto queste professionalità troveranno adeguata valorizzazione, affinché la transizione energetica possa essere supportata dalla massima attenzione alla sicurezza delle persone e dell’ambiente, dalla valorizzazione delle competenze esistenti sui territori, dalla salvaguardia dell’occupazione e da un uso efficiente del know-how tecnologico oggi disponibile”. Con queste parole il Viceministro allo Sviluppo Economico On.le Teresa Bellanova ha introdotto l’evento che si è svolto il 19 ottobre 2017 presso l’Auditorium Via Veneto a Roma per la celebrazione dei 60 anni dell’Ufficio Nazionale Minerario per gli Idrocarburi e le Georisorse.
In occasione di questo evento, la Direzione generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche (DGS-UNMIG) ha presentato il volume UNMIG 1957-2017. “Una pubblicazione nata dalla volontà dei protagonisti di questa storia di raccontarne i momenti più significativi per facilitare la comprensione delle trasformazioni che hanno contraddistinto l’evoluzione e l’innovazione di un’importante articolazione del sistema industriale italiano – l’industria degli idrocarburi e delle tecnologie collegate” ha affermato Ombretta Coppi, Responsabile dell’ufficio cartografia della DGS-UNMIG, da cui è nata l’idea della pubblicazione.
L’ing. Franco Terlizzese, Direttore Generale della DGS-UNMIG, ha evidenziato che dalla ricostruzione storica dei suoi 60 anni emerge per l’UNMIG un ruolo da protagonista nell’assicurare il governo di una crescente complessità del contesto e delle aspettative, nonché di promotore di norme sulla sicurezza nelle attività upstream con le quali l’Italia contribuisce alla sicurezza del Mediterraneo e rappresenta un esempio virtuoso per tanti altri Paesi nel mondo.
La partecipazione attiva dell’Italia nei consessi europei e internazionali dedicati al mare ha consentito al nostro Paese di avere un ruolo riconosciuto di leader nelle politiche marine.
L’ing. Gilberto Dialuce, Direttore Generale della DGSAIE, ha ricordato l’importanza della collaborazione dell’UNMIG nei processi finalizzati all’individuazione delle migliori condizioni di natura tecnica per l’implementazione delle scelte strategiche a favore della certezza della fornitura energetica e per il possibile riutilizzo delle infrastrutture e siti minerari, collaborazione che risulta ancora più importante in prospettiva futura in relazione all’esigenza di attuare il percorso al 2030 per anticipare e gestire la transizione del sistema energetico.
“La storia dell'UNMIG parte da lontano” - ha ricordato l’ing. Pietro Cavanna, Presidente di Assomineraria (settore Idrocarburi e geotermia) - “e in questo forte radicamento risiede la sua forza nel rappresentare un punto di riferimento per tutti gli operatori e gli enti, a inclusione di quelli pubblici e no-profit esistenti su diversi territori a vocazione industriale, che oggi sono determinati a favorire una educazione e una formazione professionale negli ambiti più innovativi dell’industria energetica”.


Roma - 13/10/2017
Piancastagnaio: accordo per teleriscaldamento
Al Ministero dello sviluppo economico il Comune di Piancastagnaio ed ENEL firmano l'accordo per il teleriscaldamento
Una giornata importante per Piancastagnaio e per l’Amiata: presso la sede del Ministero dello sviluppo economico, a Roma, infatti, il Sindaco di Piancastagnaio Luigi Vagaggini e il responsabile Geotermia Enel Green Power Massimo Montemaggi, alla presenza del Direttore Generale del Ministero Franco Terlizzese, hanno firmato la convenzione per la realizzazione del teleriscaldamento residenziale nel capoluogo di Piancastagnaio. [continua]


Bruxelles - 06/11/2017
Raw Materials Week 2017
Si terrà a Bruxelles la settimana Europea delle Materie Prime 2017
Dal 6 al 10 Novembre 2017 a Bruxelles si svolgerà la 2a edizione Raw Materials Week 2017, un’importante opportunità per discutere e scambiarsi informazioni riguardanti: politica, tecnologia, cooperazione internazionale, opportunità, ecc a scala europea sui temi delle materie prime. [continua]


Ravenna - 13/10/2017
Il futuro delle piattaforme offshore: decommissioning e riconversione
Convegno
Venerdì 13 ottobre presso la Camera di Commercio di Ravenna si terrà il convegno dal titolo Il futuro delle piattaforme offshore: decommissioning e riconversione organizzato dalla C.C.I.A.A. di Ravenna insieme alla Scuola di Giurisprudenza dell'Università di Bologna Alma Mater Studiorun e alla Fondazione Flaminia. [continua]


Roma - 13/10/2017
Lo stato e la sicurezza delle attività minerarie in mare nel settore degli idrocarburi
Trasmessa alla Commissione Europea la relazione del Comitato per la sicurezza delle operazioni a mare
È stata trasmessa alla Commissione Europea (DG Energy) la prima Relazione sullo stato e la sicurezza delle attività minerarie in mare nel settore degli idrocarburi che fa riferimento ai dati raccolti in Italia nel 2016. La Relazione è stata elaborata dalla Segreteria del Comitato per la sicurezza delle operazioni a mare, ai sensi dell’art. 25 del D. Lgs. n.145/2015 e nel rispetto del format comune europeo stabilito dal Regolamento di Esecuzione (UE) n. 1112/2014 della Commissione. [continua]


Altre notizie recenti

Speciale OMC 2017

Dal 29 al 31 marzo si è tenuto al Pala De Andrè di Ravenna l'Offshore Mediterranean Conference 2017.
L’OMC è un Convegno internazionale nel settore E&P nell'ambito del quale sono state tenute conferenze relative a sessioni tecniche, programmi dedicati ai giovani ricercatori e specifici Workshops & Side Events.
La DGS-UNMIG ha partecipato con un proprio stand all’interno dell’area espositiva e ha curato l'organizzazione dei convegni:
1. The Future of the Platforms and Blue Economy - Decommissioning, Multipurpose or Other Uses?
2. Offshore Safety - Instruments for Directive 2013/30 EU Implementation
3. Geothermal Energy - The Current Situation and Future Developments


Altre informazioni sono disponibili nella sezione OMC 2017

Network per la sicurezza offshore

La DGS-UNMIG, in occasione dell’evento "Il network per la sicurezza offshore - Risultati 2016", promosso insieme all’Università Bicocca e che si è svolto a Milano presso la sede dell’Ateneo il giorno 15 dicembre 2016, ha presentato i principali risultati dell’attività svolta con tali partner, tra cui il prototipo di un innovativo sistema di indicatori per la sicurezza upstream. Un sistema progettato per monitorare, attraverso indici numerici semplici, la sicurezza dell’upstream nell'offshore italiano e per migliorare la consapevolezza e la conoscenza anche sui territori della qualità del lavoro svolto.
I rappresentanti di associazioni ambientalistiche, amministrazioni locali, aziende hanno partecipato a una tavola rotonda dedicata agli obiettivi della sicurezza e dello sviluppo sostenibile in relazione alle attività dell’industria upstream sul territorio italiano.

Altre informazioni sono disponibili nella sezione RISULTATI 2016

La nuova struttura

Il recepimento della Direttiva europea sulla sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi ha comportato la riorganizzazione del Ministero dello sviluppo economico con la nascita della nuova Direzione generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche - Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse. Su questo argomento sono disponibili altre

La nuova Direzione generale per la sicurezza

Il Decreto ministeriale 30 ottobre 2015, ha definito la separazione delle funzioni relative al rilascio dei titoli minerari (permessi di prospezione e di ricerca e concessioni di coltivazione di idrocarburi) ed alla gestione delle relative entrate economiche, dalle attività di gestione tecnica, controllo, vigilanza e sicurezza anche ambientale delle operazioni.
La Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche (DGRME) ha assunto la denominazione di Direzione generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche-UNMIG (DGS-UNMIG).
Le funzioni relative al rilascio dei permessi di prospezione, di ricerca e delle concessioni di coltivazione di idrocarburi, ed alla gestione delle relative entrate economiche, prima di competenza della Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche, sono diventate di competenza della Direzione generale per la sicurezza dell’approvvigionamento e le infrastrutture energetiche (DGSAIE), Divisione VII.

La DGSAIE rilascia i titoli minerari

La DGSAIE è l’autorità competente al rilascio dei permessi di prospezione, di ricerca e delle concessioni di coltivazione di idrocarburi ed alla gestione delle relative entrate economiche.
Nel sito della DGSAIE-Divisione VII è possibile trovare informazioni relative alle istanze per il rilascio di titoli minerari, ed a royalties, canoni ed espropri.

La DGS-UNMIG garantisce la sicurezza

La DGS-UNMIG ha un ruolo centrale nel garantire la sicurezza delle operazioni attraverso verifiche ispettive sugli impianti, analisi tecnica della documentazione e attività di monitoraggi ambientali. Il ruolo ispettivo e di vigilanza è esercitato attraverso le Sezioni UNMIG ed i Laboratori di analisi chimiche e mineralogiche.
Le Sezioni UNMIG esercitano i compiti di vigilanza sull'applicazione delle norme di polizia mineraria.

Una rete diffusa di partner per l’incremento della sicurezza offshore

Per realizzare in pieno la mission della sicurezza, la DGS-UNMIG ha avviato da tempo una serie di Accordi con istituzioni accademiche e scientifiche ed amministrazioni con particolare attenzione all’incremento della sicurezza offshore.

Novità anche per la CIRM

I principi della riorganizzazione si riflettono anche sulle modalità di lavoro della CIRM. La CIRM, Commissione per gli idrocarburi e le risorse minerarie, è l'organo tecnico-consultivo che esprime pareri in materia di attività di ricerca e coltivazione di idrocarburi (CIRM a), sicurezza delle attività (CIRM b) e royalties (CIRM c). Con la riorganizzazione, la DGSAIE si avvale del parere delle sezioni “a” e “c” della CIRM, mentre la DGS-UNMIG si avvale del parere della sezione “b”.

Piattaforma VEGA A, Concessione C.C 6.EO. Le foto sono state gentilmente concesse da Edison Spa.

Pubblicazioni

Ultimi aggiornamenti alle banche dati


Titoli minerari (30 settembre 2017)
Produzione idrocarburi (31 agosto 2017)
Elenco esplosivi (17 marzo 2017)
Pozzi produttivi (31 dicembre 2016)
Centrali (31 dicembre 2016)
Piattaforme marine (30 giugno 2017)
Pozzi di stoccaggio (31 dicembre 2016)
Centrali di stoccaggio (31 dicembre 2016)