Roma - 27/11/2017
Progetto CONNEX - Accordo con la Repubblica del Ruanda
Firmato un accordo con la Repubblica del Ruanda per la cooperazione a fini di sviluppo prevista dal progetto CONNEX
Torna alla pagina precedente

Il Ministero dello sviluppo economico - Direzione generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche (DGS-UNMIG) ha siglato con l’omologo ufficio ruandese un accordo di cooperazione per lo sviluppo di una collaborazione nell’area delle risorse minerarie.
L’iniziativa si inserisce nel quadro del CONNEX: lanciato nel 2014 dai Paesi del G7, il CONNEX ha l’obiettivo di offrire assistenza ai Paesi in via di Sviluppo per le negoziazioni contrattuali complesse in ambito estrattivo, fornendo un supporto legale e tecnico fondato su tre pilastri: sistematizzazione e condivisione delle informazioni esistenti sui servizi, le risorse e i providers attivi nel settore estrattivo, miglioramento dei servizi di supporto alle negoziazioni esistenti, e sviluppo delle competenze e della trasparenza nelle attività estrattive.
L’accordo di cooperazione con il Ruanda ha l'obiettivo di promuovere lo sviluppo di un nuovo approccio all'industria mineraria della Repubblica del Ruanda, che mira a facilitare lo sfruttamento delle cave di pietra da costruzione e la produzione di materiali di alta qualità per l'edilizia, l'arte e l'artigianato.
La proposta italiana riguarda nello specifico uno studio di fattibilità del distretto di estrazione e lavorazione del marmo, comprendendo prime evidenze su aspetti geologici e tecnici del territorio, aspetti di mercato e di opportunità di business e sul quadro regolatorio del settore– in particolare i contratti di licencing.
La DGS UNMIG seguirà l’implementazione del progetto, offrendo consulenza tecnica e giuridica all’interno di un tavolo di lavoro che sarà istituito per facilitare il dialogo e lo scambio di informazioni fra le parti, nonché lo scambio di know-how sulle rispettive esperienze in campo estrattivo.
La Delegazione Ruandese proseguirà la sua visita in Italia con una la visita guidata a Carrara con l’obiettivo di conoscere in situ la filiera del marmo, dall’estrazione alla sua lavorazione. Il confronto con gli operatori italiani permetterà agli ospiti ruandesi di prendere contatto con il distretto marmifero di Carrara, conosciuto in tutto il mondo per la qualità del prodotto e l’expertise accumulata nei secoli dal nostro Paese in questo comparto.
La visita rappresenta una modalità di condivisione delle conoscenze tecniche, legislative e manageriali tra i due Paesi che ben si inserisce nel pillar di CONNEX dedicato al capacity building.