Comunicato Direttoriale 28 febbraio 2014
Completamento del Programma di metanizzazione del Mezzogiorno
Predisposizione "proposta" del Ministero dello sviluppo economico - Presentazione progetti da parte dei Comuni.
Torna alla pagina precedente
  Questo documento in formato pdf

DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE MINERARIE ED ENERGETICHE

L’articolo 1, comma 319, della Legge 23 dicembre 2013, n. 147, stabilisce, tra l’altro, che:
"Al fine di consentire il completamento del programma di metanizzazione del Mezzogiorno di cui all'articolo 11 della legge 28 novembre 1980, n. 784, e successive modificazioni, per un importo di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2014 al 2020, è autorizzata la concessione, ai comuni e ai loro consorzi, di contributi in conto capitale fino a un massimo del 54 per cento del costo dell'investimento previsto per la realizzazione delle reti urbane di distribuzione del gas metano. I contributi sono erogati qualora l'avanzamento dell'opera raggiunga almeno il 25 per cento della spesa ammessa al finanziamento. A valere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione relative alla programmazione nazionale 2014-2020, con deliberazione del CIPE, che provvede ad assegnare 20 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2014 al 2020, sono stabilite le procedure per la concessione dei contributi secondo le seguenti priorità:
a) concessione ai comuni che abbiano già' presentato, nei tempi previsti, la domanda di contributo ai sensi delle deliberazioni del CIPE n. 99 del 30 giugno 1999, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 218 del 16 settembre 1999, e n. 28 del 29 settembre 2004, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 278 del 26 novembre 2004;
b) proseguimento del programma generale di metanizzazione del Mezzogiorno - biennio operativo, di cui alla citata deliberazione del CIPE n. 99 del 30 giugno 1999.”

Con tale disposizione si vuole completare il Programma di metanizzazione del Mezzogiorno, la cui attuazione è di competenza del Ministero dello sviluppo economico ai sensi del DPCM 5/12/2013.
La relativa copertura finanziaria è individuata nell’ambito delle risorse del Fondo di sviluppo e coesione e, pertanto, in base all’articolo 1, comma 8, della legge sopra citata "[...] le amministrazioni destinatarie delle risorse definiscono, con una o più proposte, le azioni e gli interventi da realizzare e la relativa tempistica per l'avvio della realizzazione, identificando i relativi fabbisogni finanziari annuali e indicando, per gli interventi infrastrutturali, gli eventuali costi da sostenere per la progettazione [...]"
Ai fini della predisposizione di un "Piano per la metanizzazione", includente le azioni e gli interventi da realizzare nonché la relativa tempistica attuativa, si ritiene opportuno acquisire preventivamente - ai soli fini ricognitivi - le proposte progettuali definitive da parte dei comuni che ne fossero già in possesso.
Solo successivamente all’approvazione da parte del CIPE della delibera con la quale saranno "... stabilite le procedure per la concessione dei contributi ...", il Ministero dello sviluppo economico procederà all’esame di tutte le istanze ammissibili nel rispetto delle priorità previste dalla delibera stessa.

Roma, 28 febbraio 2014

Il Direttore generale: TERLIZZESE