Determina Ministeriale 30 dicembre 2011
Bonus Idrocarburi - Determinazione dell'importo unitario della prima erogazione.
Torna alla pagina precedente
  Questo documento in formato pdf

IL DIRETTORE GENERALE PER LE RISORSE MINERARIE ED ENERGETICHE

Vista la Legge 23 luglio 2009, n. 99, recante disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia ed, in particolare, l'articolo 45 in merito alle iniziative a favore dei residenti nelle regioni interessate dalla estrazione di idrocarburi liquidi e gassosi, da realizzarsi in relazione alle produzioni di idrocarburi ottenute in ciascuna regione;
Visto il Decreto Interministeriale 12 novembre 2010 del Ministro dell'economia e delle finanze di concerto con il Ministro dello sviluppo economico (registrato alla Corte dei Conti registro 8 – economia e finanze - foglio 210 – 10 dicembre 2010), di istituzione ai sensi dell'articolo 45 L. 99/09, di un fondo destinato a benefici per i residenti delle regioni in cui vi sono produzioni di idrocarburi e in particolare gli articoli 4 e 5;
Visto il Decreto Interministeriale 21 febbraio 2011 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, recante "Riconoscimento delle somme spettanti ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Ministro dell'economia e delle finanze di concerto con il Ministro dello sviluppo economico del 12 novembre 2010.", (registrato alla Corte dei Conti registro 2 – foglio 276 – 04 maggio 2011);
Visto la Convenzione in data 29 dicembre 2010 e l'Atto integrativo del 17 maggio 2011, (di seguito Convenzione) con la quale il Ministero ha affidato a Poste la realizzazione di un progetto per l'erogazione dei benefici economici di cui agli artt. 4 e 5 del D.I. 12 novembre 2010 ed all'art. 45, L. n. 99/09, per la durata di anni 5 (cinque), decorrenti dalla data di sottoscrizione della Convenzione;
Tenuto conto che con decreti del Ministero dello Sviluppo Economico, rispettivamente del 29 dicembre 2010 e 18 maggio 2011 sono stati approvati, la Convenzione e l'Atto integrativo, registrati alla Corte dei Conti il 21 giugno 2011, numero di registro 4, rispettivamente foglio 302 e 301;
Vista la sentenza del TAR Lazio del 27 luglio 2011 (n.02829/2011 REG.ORD.CAU. – N. 02788/2011 REG.RIC), di sospensione temporanea dell'efficacia dei decreti interministeriali 12 novembre 2010 e 21 febbraio 2011;
Considerato che con pronuncia del 04 ottobre 2011 (N. 04340/2011 REG.PROV.CAU. N. 07036/2011 REG.RIC) il Consiglio di Stato ha accolto l'appello ed ha respinto l'istanza cautelare del TAR Lazio proposta in primo grado;
Tenuto conto che con la nota 08 settembre 2011 n. 18003 il Ministero dello sviluppo economico indicava la metodologia di calcolo del beneficio pro capite da erogare ai sensi dell'articolo 5 del decreto interministeriale 12 novembre 2010 e che il Ministero dell'economia e finanze – Dipartimento della ragioneria generale dello Stato con nota del 17 ottobre 2011 n. 100750 comunicava in merito di non avere osservazioni da formulare;
Vista la nota di Poste Italiane SpA n. GIPAPAC/494/2011 del 07 dicembre 2011, con la quale si comunica, così come previsto in Convenzione, il numero finale definitivo delle richieste della carta elettronica denominata "bonus idrocarburi", accettate;
Ritenuto di dover accantonare un modesto importo per eventuali riconoscimenti del beneficio su pratiche pendenti definibili esclusivamente successivamente alla fase di invio delle carte "bonus idrocarburi" e del relativo accreditamento dell'importo unitario, in quanto abbisognano di un controllo manuale sulla documentazione cartacea presentata dall'utente ed anche per eventuali contestazioni successive;
Considerato che per tutti gli importi non erogati trova comunque applicazione il comma 6 dell'articolo 5 del decreto interministeriale 12 novembre 2010 che prevede il versamento sul capitolo 2605, capo VII dell'entrata del bilancio dello Stato, per gli importi non erogati;

DETERMINA:

ai sensi dell'articolo 5 del decreto interministeriale 12 novembre 2010 sopra detto, l'importo unitario da accreditarsi sull'apposita carta elettronica denominata "bonus idrocarburi", rilasciata, secondo i criteri, le modalità ed i tempi previsti nei decreti interministeriali e nella Convenzione nelle premesse indicati, ai maggiorenni muniti di patente di guida residenti nella regione Basilicata, al netto degli oneri di gestione e distribuzione della carta è pari a:

€ 100,70 (cento/70)

Per tutti gli importi non erogati trova applicazione il comma 6 dell'articolo 5 del decreto interministeriale 12 novembre 2010.

Roma, 30 dicembre 2011

Il Direttore generale: TERLIZZESE