Decreto Ministeriale 30 ottobre 2015
Modifiche al Decreto ministeriale 17 luglio 2014 di individuazione degli uffici dirigenziali di livello non generale.
Torna alla pagina precedente

  Questo documento in formato pdf

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n.300 e successive modificazioni ed integrazioni, recante la “Riforma dell’organizzazione del Governo, a norma dell’articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59” e, in particolare, l’articolo 4, commi 4 e 4-bis;
VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni ed integrazioni, recante “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”;
VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 28 novembre 2008, n. 198, recante il regolamento di definizione della struttura degli uffici di diretta collaborazione del Ministro dello Sviluppo Economico;
VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 158, recante il “Regolamento di riorganizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico”;
VISTO il decreto ministeriale 17 luglio 2014, di individuazione degli Uffici dirigenziali di livello non generale, ed in particolare l’articolo 2, che prevede che alle eventuali modifiche e integrazioni al presente decreto, ivi comprese le eventuali variazioni compensative della ripartizione degli uffici di livello dirigenziale non generale fra i diversi uffici dirigenziali generali, si provvede con decreto ministeriale ai sensi dell’articolo 21, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 158;
VISTO il decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 145 recante Attuazione della direttiva 2013/30/UE sulla sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi e che modifica la direttiva 2004/35/CE;
VISTO, in particolare, l’articolo 8, comma 5, laddove è previsto che “entro 60 giorni dall'entrata in vigore del presente decreto legislativo, il Ministero dello sviluppo economico adotta i provvedimenti di competenza per apportare le necessarie modifiche organizzative alla struttura della Direzione Generale per le risorse minerarie ed energetiche, al fine di garantire l'effettiva separazione delle funzioni di regolamentazione in materia di sicurezza dalle funzioni di regolamentazione riguardanti lo sviluppo economico delle risorse naturali in mare, compresi il rilascio delle licenze e la gestione dei ricavi”;
CONSIDERATO che per assicurare tale separazione è necessario e sufficiente trasferire le funzioni e i compiti concernenti lo sviluppo economico delle risorse naturali in mare, compresi il rilascio delle licenze e la gestione dei ricavi, dalla Direzione Generale per le risorse minerarie ed energetiche, attribuendole alla Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche, che ha competenze affini e svolge analoghi compiti in materia di energia e risorse energetiche;
VISTA la contestuale proposta di decreto del Presidente della Repubblica, concernente la modifica del vigente decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 158;
VISTA la contestuale delega al Direttore Generale per la sicurezza dell’approvvigionamento e le infrastrutture energetiche dei compiti e delle risorse finanziarie necessarie all’espletamento delle funzioni trasferite in ossequio alle previsioni del d.lgs. 18 agosto 2015 n. 145;
CONSIDERATO che con i menzionati provvedimenti conseguenti al recepimento della direttiva 2013/30/UE è stato assicurato tempestivo obbligo di separazione delle funzioni in ossequio a quanto previsto dal citato l’articolo 8, comma 5, del decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 145 e che, entro il termine ivi previsto, è stato avviato l’iter per la modifica, ai sensi dell’articolo 4, comma 5, del succitato decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, del vigente decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 158, senza oneri nuovi o aggiuntivi a carico del bilancio dello Stato;
RITENUTA la necessità e l’urgenza di modificare conseguentemente, in funzione dei compiti trasferiti, il decreto ministeriale 17 luglio 2014, di individuazione degli Uffici dirigenziali di livello non generale, con il riordino degli uffici di livello dirigenziale non generale della Direzione Generale per le risorse minerarie ed energetiche, che assume la denominazione di Direzione generale per la sicurezza delle attività minerarie ed energetiche – Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse, e della Direzione generale per la sicurezza dell’approvvigionamento e per le infrastrutture energetiche, nonché del Segretariato generale, fermo restando il numero complessivo degli uffici dirigenziali di livello non generale;
RITENUTO di apportare modifiche anche alle declaratorie delle competenze degli uffici di livello non generale della Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica di radiodiffusione e postali, della Direzione generale per la politica industriale e la competitività e le piccole e medie imprese e della Direzione Generale per le politiche di internazionalizzazione e promozione scambi, immutati nel numero;
SU PROPOSTA dei direttori generali competenti;
SENTITE le organizzazioni Sindacali,

DECRETA:

Articolo 1
(modifiche al decreto ministeriale 17 luglio 2014)
1. Al decreto ministeriale 17 luglio 2014 sono apportate le seguenti modifiche:
a) l’allegato 1 è sostituito dall’allegato 1 al presente decreto;
b) all’allegato 2 sono apportate le modifiche contenute nell’allegato 2 al presente decreto.

Il presente provvedimento è trasmesso agli organi di controllo e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Roma, 30 ottobre 2015

Il Ministro: GUIDI


Allegato 1

UFFICI DIRIGENZIALI GENERALIDIVISIONI
Segretariato Generale1
Direzione generale per la politica industriale e la competitività e le piccole e medie imprese10
Direzione generate per la lotta alla contraffazione - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi 9
Direzione generale per il mercato, la concorrenza, i consumatori, la vigilanza e la normativa tecnica15
Direzione generale per la politica commerciale internazionale6
La Direzione generale per le politiche di internazionalizzazione e la promozione degli scambi7
Direzione generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche - Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse (DGS-UNMIG)6
Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche7
Direzione generale per il mercato elettrico, le energie rinnovabili, l'efficienza energetica ed il nucleare8
Direzione generale per la pianificazione e la gestione dello spettro radioelettrico4
Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica di radiodiffusione e postali6
Istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell'informazione4
Direzione generale per le attività territoriali15
Direzione generale per gli incentivi alle imprese10
Direzione generale per la vigilanza sugli enti, il sistema cooperativo e le gestioni commissariali7
Direzione generale per le risorse l'organizzazione e il bilancio8
Funzioni dirigenziali presso gli Uffici Diretta Collaborazione6
Funzioni dirigenziali presso l'Organismo Indipendente di Valutazione1
 130


Allegato 2

[omissis]

Direzione generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche - Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse (DGS-UNMIG)
La Direzione generale per la sicurezza anche ambientale delle attività minerarie ed energetiche - Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse (DGS-UNMIG) si articola nelle seguenti 6 Divisioni di livello dirigenziale non generale:

Divisione I - Affari generali
Divisione II - Sezione UNMIG di Bologna
Divisione III - Sezione UNMIG di Roma - Metanizzazione del Mezzogiorno
Divisione IV - Sezione UNMIG di Napoli
Divisione V - Laboratori chimici e mineralogici
Divisione VI - Sicurezza, BUIG, cartografia e statistiche

[omissis]

Direzione generale per la sicurezza dell’approvvigionamento e per le infrastrutture energetiche
La direzione generale per la sicurezza dell’approvvigionamento e per le infrastrutture energetiche si articola nelle seguenti 7 divisioni di livello dirigenziale non generale:

[omissis]

Divisione VII – Rilascio e gestione titoli minerari, espropri, royalties

[omissis]