Domande frequenti
Torna alla pagina precedente

Al lettore di questa pagina si ricorda preliminarmente che la gestione della carta è effettuata da Poste Italiane.
Chi ha fatto la richiesta presso gli Uffici Postali per il rilascio della carta del bonus idrocarburi entro il 30/11/2014, e non dovesse averla ricevuta, con il documento rilasciato all’atto della richiesta dovrà recarsi presso gli Uffici Postali con la copia della domanda effettuata a suo tempo e sollecitare il rilascio in tempo per l’accredito del quarto e ultimo bonus idrocarburi. Poste Italiane provvederà ad informare il Ministero circa le generalità di coloro che si troveranno in tale condizione.
Tutte le informazioni riguardanti il mancato recapito della carta, cambi di residenza, smarrimenti della carta, PIN o eventuali segnalazioni attinenti la mancata funzionalità della carta, devono essere direttamente rivolte alla società Poste Italiane che risponde ai quesiti formulati dagli Utenti tramite i propri Uffici Postali o il numero verde 800.003.322 (la carta per il Bonus Idrocarburi è assimilata alla carta Postepay).
In caso di furto o smarrimento occorre chiamare il numero 800.902.122 dall'Italia o 0039.02.34980131 dall'estero.
Il Ministero non svolge un servizio telefonico su tali informazioni.
Di seguito è riportata una selezione delle richieste più significative e più frequenti tra i quesiti rivolti dagli Utenti.

  1. Ho fatto domanda nel 2014 per avere la carta idrocarburi ma ancora non mi è stata recapitata. Che devo fare?
    Occorre in questo caso rivolgersi all’Ufficio Postale dove è stata presentata la richiesta. L’operatore dell’UP farà le necessarie verifiche e risponderà sull’eventuale disguido inerente il mancato recapito della carta idrocarburi.
  2. Mi è arrivata da poco la carta idrocarburi ma, dopo la sua attivazione, non ho riscontrato credito disponibile, come mai?
    Le carte idrocarburi rilasciate da Poste Italiane a seguito di una richiesta effettuata nel 2014, devono ricevere l’accreditamento della quarta annualità del bonus idrocarburi. Nel caso ciò non accada, l’Utente deve produrre apposita segnalazione entro il 19 dicembre 2016 attraverso i seguenti canali:
    1. Fax al n. 0698680347
    2. Trasmissione di modulistica e documentazione alla casella di posta elettronica: CartaIdrocarburi@poste.it;
    3. Trasmissione di documentazione tramite la pagina WEB: http://unmig.mise.gov.it/bonus2016
  3. Ho la carta idrocarburi da tempo ed ho ricevuto in precedenza il bonus idrocarburi. Non mi è stato effettuato l’accreditamento dell’ultima annualità, avvenuto per la generalità degli Utenti ad ottobre 2016, come mai?
    In caso di mancata ricarica, occorre effettuare una segnalazione entro il 19 dicembre 2016 tramite canali segnalati sopra (fax, casella e-mail; pagina WEB).
    Non è possibile inoltrare segnalazioni inerenti l’accreditamento dei bonus delle precedenti annualità perché si sono esauriti i fondi relativi.
  4. Ho perso la carta, non ho ricevuto il PIN a chi devo chiedere la nuova carta?
    Poste Italiane fornisce il servizio di informazione agli Utenti tramite i propri Uffici Postali (UP) o il numero verde, utilizzato per i servizi dedicati alle carte di pagamento (la carta per il Bonus Idrocarburi è assimilata alla carta Postepay).
    Chiamando il numero verde 800.003.322 occorre digitare le seguenti opzioni seguendo le indicazioni della guida vocale:
    Per quanto attiene l'informazione inerente la gestione della Carta segnaliamo cosa fare in caso di:
  5. Quale importo verrà caricato sulla carta? La quota sarà mensile oppure annuale?
    L’importo accreditato è annuale, spendibile per tutto il periodo di validità della Carta, e dipende dai versamenti effettuati dalle società che producono idrocarburi.
    La determinazione del bonus viene definita dal Ministero dello sviluppo economico e l’informazione è divulgata con apposito comunicato.
    In attuazione delle disposizioni del decreto 7 agosto 2014, a decorrere dalla terza erogazione del bonus idrocarburi, gli accrediti sono stati proporzionati alle diverse fasce reddituali dei beneficiari e si è provveduto d’ufficio ad assegnare il bonus di valore più elevato a coloro il cui reddito è stato pari od inferiore a 28.000 euro; gli appartenenti alla fascia reddituale compresa tra 28.001 e 75.000 euro hanno ricevuto un bonus pari alla metà del più alto; infine, gli ulteriori utenti con reddito superiore a 75.000 euro, hanno percepito il bonus minimo, pari a 30 euro.
    Si precisa che il reddito preso a riferimento per la quarta erogazione del bonus è quello imponibile del 2012, dichiarato dagli utenti nel 2013. Attraverso la pagina web: http://unmig.mise.gov.it/bonus2016 è possibile verificare la propria posizione ed eventualmente inoltrare una segnalazione.
  6. Un mio parente titolare di bonus-card è deceduto, cosa succede?
    Il Ministero ha chiesto a Poste Italiane di acquisire le informazioni che i familiari devono segnalare sul decesso dei parenti. L’eventuale importo risultante sulla carta della persona deceduta deve rientrare nella disponibilità del Fondo e non verranno più accreditati ulteriori bonus idrocarburi.
  7. Non sono più residente nella Regione Basilicata dal 1 gennaio 2014. Continuo a beneficiare del bonus?
    Il terzo bonus idrocarburi è stato accreditato a tutti i beneficiari che avevano residenza in Basilicata in data 31 dicembre 2012. Chi è risultato essere residente in Basilicata il 31 dicembre 2013 può beneficiare del quarto bonus idrocarburi.
  8. Mi è stata ritirata la patente dal 1 gennaio 2015. Posso beneficiare del bonus idrocarburi?
    Il terzo bonus idrocarburi è stato accreditato a tutti i beneficiari lucani che avevano l’abilitazione alla guida alla data del 31 dicembre 2012. Chi è risultato essere in possesso di un’abilitazione alla guida (patente, certificato di idoneità alla guida, ecc…) al 31 dicembre 2013, beneficia del quarto bonus idrocarburi in conseguenza della richiesta della carta.
  9. L'importo erogato deve essere consumato per intero o anche in modo frazionato?
    L’importo accreditato, può essere consumato in modo frazionato o anche in unica soluzione. È spendibile esclusivamente presso i distributori di carburante abilitati al circuito Mastercard. L’unico limite temporale per spendere l’importo è quello corrispondente alla validità della carta elettronica.
  10. Quanto tempo ho per l’attivazione della carta?
    Per l’attivazione della carta non vi è un riferimento temporale per cui può essere effettuata in qualsiasi momento. L’attivazione è necessaria per spendere il bonus accreditato e può essere fatta solo recandosi di persona all’Ufficio Postale.
  11. Posso attivare la carta on line, posso far attivare la carta da un delegato?
    No, la carta può essere attivata esclusivamente recandosi personalmente presso un Ufficio Postale.
  12. Con quali modalità è possibile verificare l'avvenuta attivazione della carta Bonus Idrocarburi?
    Come per qualsiasi carta di credito gestita da Poste Italiane, sui terminali Postamat inserendo il PIN e sul sito di Poste Italiane, seguendo le procedure di registrazione on line.
Per informazioni generali: http://www.poste.it/carta_idrocarburi/index.shtml